Il cantiere va avanti (6-15 maggio 2020)

Il cantiere edile a scuola è ripreso mercoledì 6 maggio ed ha concluso una fase importante nei giro di pochi giorni: ora potranno sorgere i muri dell’ampliamento della scuola. Anche lo sfondo della foto delle quinte sarebbe stata meno d’impatto se avessimo aspettato a fare la composizione.
I lavori sono ripresi davvero con convinzione: impermeabilizzate esternamente le fondamenta, tra le travi rovesce è stato preparato il sottofondo in calcestruzzo. Quindi, nei vari comparti sono stati inseriti i casseri ad incastro del vespaio (simili a tanti tavolini accostati), posizionata la rete elettrosaldata (non abbiamo foto di questa fase) e finalmente gettato il calcestruzzo che ha sommerso completamente le fondamenta, facendole prendere – dalla sera di giovedì 14 maggio – l’aspetto della grande platea pronta per l’innalzamento dei pilastri e dei muri delle nuove aule (in pianta, al piano terra che corrisponde a secondo livello della scuola: due aule, area delle scale di evacuazione e altre due aule). Queste sono tecniche di costruzione antisismiche molto importanti e che tengono conto del terreno permeato dall’acqua di risalita su cui sorgerà anche questa parte della scuola.
Sulla sommità del nuovo muro di contenimento del cortile, ampliamento di quello dove c’erano i gradoni, in pratica è già stata posizionata all’inizio della scorsa settimana anche la ringhiera metallica di sicurezza.