Cosa c’è di nuovo nel cantiere delle aule (13 febbraio 2021)

Nella settimana dall’8 al 13 febbraio sono due i progressi evidenti del cantiere.
Il primo, fuori: gli oscuranti sulle finestre più grandi (quattro rivolte su via Giotto e quattro verso la palestra) e sul vano delle scale di emergenza. Oggi, sabato, si stava finendo di motorizzare quelli del livello inferiore, mentre quelli sulle scale sono fissi e già a posto. Questo sistema non ha riscontri in altre parti esistenti della scuola, però c’è da riconoscere che se da fuori mette curiosità e impatta in un certo modo (ma c’è da riconoscere che bisogna siano “collegati” e “registrati” i vari “alettoni” mobili per ottenere la resa giusta), dall’interno l’effetto è davvero imprevisto e interessante, in una parola: bello.
Il secondo progresso riguarda l’impianto elettrico, perché nuove plafoniere sono state installate quasi a completare i punti luminosi del piano sotto (aule e corridoio) ma, soprattutto, è andato avanti bene il paziente lavoro di collegamento dei fili nel quadro del nuovo plesso.
Poi, sicuramente, ci sono state altre rifiniture meno evidenti, dentro e fuori, che onestamente non siamo stati lì a verificare.
Mentre, quindi, all’inizio della prossima settimana sappiamo che verranno motorizzati anche gli oscuranti del piano superiore (già installati nei giorni scorsi) e, tutta, non basterà per installare tutti gli accessori elettrici rimanenti (soprattutto sempre nel piano superiore) o per finire e poi alimentare il piano inferiore già a buon punto, altri due sono i nodi di cui non vediamo imminente la soluzione: la fornitura e la posa degli autobloccanti all’esterno e l’idonea alimentazione idraulica del riscaldamento a pavimento.
Attenderemo, comunque, nuove evidenze per fare e condividere altre foto del cantiere. Finora i lavori fatti ci piacciono e sentiamo di poterci congratulare con gli esecutori, anche con questo nostro resoconto, per tutto quanto abbiamo visto già realizzato: bello e armonico, solido e funzionale