Le novità del cantiere (1-5 febbraio 2020)

Da lunedì 1° febbraio a venerdì 5, c’è stato del movimento nel cantiere delle nuove aule. Non cose evidentissime, ma sì: delle news da raccontare ci sono.
All’esterno, secondo noi, i parcheggi si potrebbero ormai anche liberare, soprattutto quello della scuola Laini, perché è stato riordinato e sgomberato pressoché tutto quello che c’era da togliere. In quello nostro dei motorini mancano ancora gli autobloccanti a completare la pavimentazione, a dire la verità, ma dovrebbe essere prossima anche questa fornitura e l’altro materiale che andava rimosso e si trovava qui è stato portato via.
Gli autobloccanti mancano ancora, poi, tutto attorno giù sotto, però – per quanto riguarda la nuova costruzione – è stata completata la parte metallica ondulata della facciata (con i profili attorno alle numerose finestre che investe) e ai lati del vano scale e delle finestre più grandi delle aule esterne sono stati inserite le corsie che serviranno per i sistemi oscuranti (quindi ormai prossimi alla posa in opera).
All’interno: è proseguito il lavoro paziente degli elettricisti, perché è stato installato il quadro di distribuzione è sono avvenute la posa di altri cavi e l’applicazione di nuove plafoniere e lampade di emergenza sia nei corridoi che nelle aule (soprattutto ancora quelle del livello inferiore per ora). Sono arrivate e sono state fissate poi anche delle ringhiere nelle aule esterne superiori. Non è ancora completo – e questo è un capitolo di non poco conto – quanto dovrebbe consentire il funzionamento del riscaldamento a pavimento delle nuove aule.
Sì, insomma: novità? Sì, ce ne sono. I lavori finiti? Ancora no, ce ne sono diversi che stan richiedendo altro tempo. Però, a discolpa, confermiamo che questo nuovo settore della nostra scuola è molto bello e sta riuscendo davvero bene.