Esami sospensione integrativi idoneità

 

Recuperi dei debiti formativi

 

La circ. n. 548 del 08/05/2022 dà indicazioni per gli studenti e le famiglie sugli scrutini della scuola secondaria di secondo grado e il recupero del debito formativo.

Con la valutazione degli scrutini di giugno i Consigli di Classe potranno non ammettere gli studenti alla classe successiva oppure sospendere il giudizio nei confronti degli allievi che presentino valutazioni inferiori a sei decimi in una o più discipline.

La sospensione del giudizio è prevista anche nel caso in cui l’insufficienza riguardi l’insegnamento di Ed. Civica.

Le scuole, in tali casi, devono organizzare gli interventi didattici (corsi di recupero) volti al recupero dei debiti formativi come prevede la normativa vigente.

Corsi di recupero

Gli alunni con insufficienze avranno il debito formativo e dovranno recuperarlo.

I corsi di recupero saranno svolti nel periodo compreso tra lunedì 4 luglio e sabato 9 luglio 2022 in orari e date che saranno pubblicati sul sito della scuola entro sabato 25 giugno p.v.

I genitori, qualora non ritengano di avvalersi del recupero organizzato dalla scuola, debbono comunicarlo fermo restando l’obbligo per lo studente di sottoporsi alle verifiche di recupero del debito.

Le Prove di Recupero dei Debiti saranno svolte nei giorni 26-29-30-31 agosto 2022 con scrutini entro il 31 agosto p.v. (seguirà calendario pubblicato sul sito della scuola).

 

 

Esami integrativi e di idoneità

 

La circ. n. 532 del 03/05/2022 fornisce alcune principali indicazioni e chiarimenti relativi allo svolgimento degli esami integrativi e di idoneità, le cui richieste devono pervenire entro sabato 14 maggio (se accettate la domanda di esame dovrà pervenire entro e non oltre martedì 24 maggio) e le cui prove d’esame, nel nostro Istituto, si svolgeranno dal 26 al 31 agosto 2022.

 

Gli esami integrativi permettono ad uno studente già iscritto ad una scuola secondaria di secondo grado il passaggio a scuole di diverso ordine, tipo o indirizzo.

Gli esami di idoneità si sostengono per accedere ad una classe successiva a quella per cui si possiede il titolo di ammissione.

 

Possono sostenere gli esami integrativi:

  • gli studenti ammessi alla classe successiva in sede di scrutinio finale, al fine di ottenere il passaggio a una classe corrispondente di un altro percorso, indirizzo, articolazione, opzione di scuola secondaria di secondo grado;
  • gli studenti non ammessi alla classe successiva in sede di scrutinio finale, al fine di ottenere il passaggio in una classe di un altro percorso, indirizzo, articolazione, opzione di scuola secondaria di secondo grado, corrispondente a quella frequentata con esito negativo.

Possono sostenere gli esami di idoneità:

  • i candidati esterni, al fine di accedere a una classe di istituto secondario di secondo grado successiva alla prima, ovvero gli studenti che hanno cessato la frequenza prima del 15 marzo;
  • i candidati interni che hanno conseguito la promozione nello scrutinio finale, al fine di accedere a una classe successiva a quella per cui possiedono il titolo di ammissione. 

I candidati sostengono gli esami integrativi sulle discipline o parti di discipline non coincidenti con quelle del percorso di provenienza.

I candidati sostengono gli esami di idoneità su tutte le discipline previste dal piano di studi dell’anno o degli anni per i quali non siano in possesso della promozione.

Gli esami sono volti ad accertare, attraverso prove scritte, grafiche, scritto-grafiche, pratiche e orali, la preparazione dei candidati nelle discipline oggetto di verifica. Il candidato che sostiene esami di idoneità relativi a più anni svolge prove idonee ad accertare la sua preparazione in relazione alla programmazione relativa a ciascun anno di corso.

Supera gli esami il candidato che consegue un punteggio minimo di sei decimi in ciascuna delle discipline nelle quali sostiene la prova.

Per i candidati con DSA certificato, la commissione d’esame, sulla base della certificazione, individua le modalità di svolgimento delle prove d’esame e, ove necessario, gli strumenti compensativi ritenuti funzionali.

Le prove d’esame nel nostro Istituto si svolgeranno dal 26 agosto 2022 al 31 agosto 2022, come da Piano annuale delle attività, deliberato del Collegio dei docenti del 24 settembre 2021.

Le richieste di ammissione agli esami integrativi e di idoneità devono essere inviate all’indirizzo bsis003001@istruzione.it entro il 14 maggio 2022, specificando: classe/indirizzo di studio e classe/indirizzo di interesse.

L’accettazione delle richieste è subordinata all’effettiva disponibilità di posti derivante dalla normativa relativa ai parametri numerici per la costituzione delle classi e dalla capienza delle aule dell’edificio. In caso di richieste in sovrannumero verranno applicati i criteri deliberati dal Consiglio di Istituto. All’accettazione della richiesta, verrà trasmessa la domanda di esame che dovrà pervenire entro e non oltre il 24 maggio 2022, completa dei relativi allegati.

Si precisa che non è consentito il passaggio ad altro indirizzo di studio per lo studente nello stato di sospensione del giudizio in presenza di debito non colmato entro la data prevista per gli esami integrativi.

Si specifica che l’eventuale nulla osta alla scuola di provenienza dovrà essere richiesto solo dopo il superamento dell’esame.

Relativamente ai programmi di studio si specifica che i candidati per la preparazione all’esame faranno riferimento ai saperi minimi ed eventualmente ai programmi indicati  sul sito.

Sono esonerati dal sostenere gli esami integrativi gli studenti ammessi alla classe successiva in sede di scrutinio finale al termine del primo anno, che chiedono di essere iscritti alla seconda classe di altro indirizzo di studi.

 

Nel rispetto della normativa vigente l’iscrizione di questi ultimi avverrà previo colloquio con la Dirigente Scolastica o suo delegato che, con il preciso intento di promuovere il successo scolastico e formativo e  offrire un’opportunità di orientamento coerente con i bisogni formativi degli studenti, valuterà il consiglio orientativo della scuola secondaria di 1° grado e i risultati conseguiti nell’ultimo a.s. e, in base alle disponibilità d’organico e alla capienza delle aule, proporrà l’indirizzo di studio più coerente. Indicherà inoltre le eventuali carenze formative da colmare nel corso dell’anno mediante specifici interventi.